Squadre italiane nelle competizioni internazionali

 

Stefano Tatai, nostro rappresentante per oltre 30 anni

 

Olimpiadi
Torneo Olimpico di Parigi 1924: Cenni 7,5/13, Rosselli 7/13, Romi 6,5/13, Miliani 5,5/13 - Sono risultati di un torneo individuale, ma sommando i quattro puntegi, l'Italia arriva al 6░ posto su 18 nazioni presenti.
Olimpiadi di Londra 1927 (prima Olimpiade con incontri di squadra, l'ordine di scacchiera pu˛ variare):  Rosselli 7/15,  Monticelli 9/15,  Romi 4,5/15,  Sacconi 8/15  - 10░ posto su 16 squadre, davanti a Svezia e Argentina, una prestazione accettabile.
Olimpiadi di Hague 1928 (l'ordine di scacchiera pu˛ variare):   Monticelli 7/14,  Sacconi 6/13, Hellmann 4/8, Calapso 0/5, De Nardo 5,5/12, Marotti 4/12 - 15░ posto su 17 formazioni, nonostante i bei pareggi contro la 2a e 3a classificata, USA e Polonia.
Olimpiadi di Praga 1931:  Rosselli 6/18,  Monticelli 8/18,  Romi 6,5/18,  Hellmann 3,5/18 - 16░ posto su 19 squadre, complice anche la stanchezza, non essendovi riserve.
Olimpiadi di Folkestone 1933:  Rosselli 3,5/12,  Monticelli 8/13,  Sacconi 4/9, Norcia 5/11, Campolongo 4/11 - Positivo questo 11░ posto su 16 compagini, data la forza dei giocatori in gara: Rosselli batte Gruenfeld e pareggia con Alekhine e Tartakower, ottima prestazione di Monticelli in 2a scacchiera, e da rimarcare la vittoria di Campolongo sul forte americano Dake.
Olimpiadi di Warsaw 1935:  Sacconi 4/14, Monticelli 6,5/18,  Rosselli 2,5/15,  Romi 6,5/17,  Napolitano 4,5/12 - Deludente 18░ posto su 20 squadre, da ricordare solo il pareggio di Sacconi contro Alekhine.
Torneo olimpico a squadre di Monaco 1936:  Romi 7,5/20, Rosselli 4,5/17, Monticelli 8/19, Norcia 6,5/17, Napolitano 6,5/17, Campolongo 4,5/15, Rastrelli 4/16, Stalda 7/18, Staldi 6,5/13, Hellmann 4/8 - Nel pi¨ imponente torneo a squadre della storia, l'Italia non ha giustificazioni per un 18░ posto su 21 formazioni, essendo della partita tutti i migliori eccetto Sacconi.
Olimpiadi di Stoccolma 1937:  Castaldi 8,5/17, Riello 2,5/16, Napolitano 7,5/16, Staldi 6/14, Rosselli 2/9 - 14░ posto su 19, ma la squadra Ŕ salvata dal solo Castaldi, che ottiene strepitose vittorie contro Tartakower e Reshewsky.
Olimpiadi di Dubrovnik 1950:  Castaldi 5/12, Nestler 5/12, Porreca 6,5/12, Giustolisi 3,5/12, Primavera 5/12 - 12░ posto su 16, ma si doveva fare di pi¨.
Olimpiadi di Helsinki 1952:  Porreca 7,5/14, Nestler 6,5/14, Scafarelli 1/8, CalÓ 3,5/11,  Primavera 5/13 - Ultima in finale B, con un 18░ posto su 25 squadre, e il solo Porreca all'altezza del proprio nome.
Olimpiadi di Amsterdam 1954:  Paoli 6/17, Porreca 8,5/17, Norcia 2,5/7, Scafarelli 12,5/17, CalÓ 6,5/14 - 5a in finale B, 17░ posto su 26 squadre, ma finalmente una piccola soddisfazione, la medaglia di bronzo di Scafarelli sulla 4a scacchiera.
Olimpiadi di Monaco 1958: Primavera G. 8/15, Romani 9/16, Norcia 2,5/6, Palmiotto 4/12, Laco 8/15, Contedini 5,5/12 - Deludente 28░ posto su 36 formazioni, 4a in finale C, anche se mancano tutti i maestri internazionali.
Olimpiadi di Lipsia 1960: Contedini 7,5/16, Tamburini 6,5/16, Palmiotto 9/16, Magrin 6/16, Mercuri 7/16 - 32░ posto su 40 formazioni, ancora una volta mancano tutti i titolati.
Olimpiadi di Havana 1966: Tatai 10,5/17, Cappello G. 11/18, Zichichi 12,5/17, Romani 7,5/15, Norcia 5/9 - 29░ posto su 52 formazioni, con un girone eliminatorio deludente, ma una bella vittoria nella finale C, con 4,5 punti sulla Mongolia seconda classificata.
Olimpiadi di Lugano 1968: Giustolisi 8,5/16, Cappello G. 6,5/15, Zichichi 12/16, Primavera G. 4,5/11, Magrin 3/8, Romani 5,5/10 - 31░ posto su 53 squadre e 3a in finale C, ma la finale B Ŕ ancora molto lontana.
Olimpiadi di Siegen 1970: Tatai 8/17, Paoli 8/13, Primavera G. 3,5/11, Zichichi 10/15, Cosulich 10/14, Romani 3/6 - A mezzo punto dalla finale B, arriva 6a nella comunque forte finale C, 30a sul 60 squadre partecipanti. Bell'esordio di Cosulich.
Olimpiadi di Skopje 1972: Tatai 11/18, Mariotti 10/16, Paoli 7,5/15, Micheli 3/12, Cappello G. 5,5/12, Capece 5/12 - E finalmente fu finale B, con un 27░ posto su 62 squadre. Decisive le performances di Tatai e Mariotti.
Olimpiadi di Nizza 1974: Mariotti 14/19, Tatai 12,5/18, Toth 10/17, Cosulich 11/17, Zichichi 1/6, Cappello R. 5,5/11 - La nostra forte compagine ottiene un ottimo 3░ posto in finale B, 19a assoluta su 73 formazioni. Mariotti ottiene in prima scacchiera la medaglia di bronzo e il titolo di grande maestro, ma benissimo giocano anche gli altri tre titolari.
Olimpiadi di Haifa 1976: Tatai 5/10, Toth 8,5/12, Grinza 3,5/9, Micheli 3/9, Paoli 4,5/7, Taruffi 3/5 - Prima Olimpiade a sistema svizzero, boicottata dai paesi dell'est europeo. L'Italia Ŕ 13a su 48 squadre, Toth ottiene una bella medaglia d'argento e batte i grandi maestri Olafsson, Kavalek e Yanofsky.
Contro - Olimpiade di Tripoli 1976: Magrini 8,5/13, Trabattoni 7/12, Corgnati 9/12, Giordano 7/11, Mazzamuto 1/4 - L'Italia giunge al 5░ posto su 34 nazioni in questo torneo a squadre organizzato dai paesi arabi e vinto a sorpresa da El Salvador.
Olimpiadi di La Valletta 1980: Toth 6/12, Zichichi 5/9, Taruffi 7,5/11, Passerotti 4,5/10, Trabattoni 2,5/7, Iannacone 5/7 - 22░ posto su 81 formazioni, bene Taruffi e Iannacone.
Olimpiadi di Lucerna 1982: Passerotti 5/10, Messa 4,5/10, Arlandi 2,5/7, Sanna 6,5/10, Ceschia 6/10, Cocozza 4/9 - Il deludente 42░ posto su 91 squadre, Ŕ dovuto principalmente alla dubbia decisione della FSI di schierare una formazione di soli giovani.
Olimpiadi di Salonicco 1984: Tatai 5,5/10, Toth 5,5/12, Cocozza 3/8, Zichichi 7/11, Sanna 3,5/6, Vallifuoco 5,5/9 - 28░ posto su 88 squadre, ma si poteva fare di pi¨.
Olimpiadi di Dubai 1986: Tatai 6/12, Braga 2,5/8, Mariotti 6/13, Vallifuoco 7,5/10, Messa 6,5/9, Zichichi 2/4 - 27░ posto su 108 squadre, ma un torneo che ci vede tra i migliori, fino a giocare contro la Russia di Kasparov e Karpov al penultimo turno.
Olimpiadi di Salonicco 1988: Mariotti 6,5/13, Braga 5/9, Godena 4/9, D'Amore 5/9, Arlandi 5,5/7, Tatai 6,5/9 - La sorte ci ripaga di due anni prima, e grazie a due turni finali abbordabili ci proietta ad uno splendido 14░ posto su 107 formazioni. Una incredibile ventata di aria fresca Ŕ portata dall'esordio olimpico dei tre giovani, con Arlandi che vince la medaglia d'oro come prima riserva!
Olimpiadi di Novi Sad 1990: Belotti 7,5/12, Godena 3,5/10, Arlandi 2,5/8, Sanna 4/7, Sarno 5/9, Manca 8/10 - 35░ posto su 108 formazioni, e medaglia di bronzo per Federico Manca. Sei giovani che forniscono una prestazione solida.
Olimpiadi di Manila 1992: Garcia Palermo 5,5/11, Godena 3,5/9, Arlandi 4,5/9, Tatai 5/10, Braga 7/9, D'Amore 5/8 - Prima edizione con tutte le repubbliche ex-sovietiche ed ex-jugoslave, non male il 29░ posto su 102 squadre, anche se fondamentale Ŕ stato l'apporto dei due argentini.
Olimpiadi di Mosca 1994: Godena 4,5/10, Belotti 6/11, Arlandi 7,5/9, Contin 3,5/8, D'Amore 7,5/11, Manca 0/7 - Deludente 53░ posto su 124, a parziale consolazione la bella medaglia d'oro di Arlandi, che bissa quella del 1988.
Olimpiadi di Yerevan 1996: Godena 7,5/13, Arlandi 5/11, Marinelli 4,5/10, Sarno 3,5/7, Borgo 4/8, D'Amore 3,5/7 - 57░ posto su 114 formazioni, al di sotto delle aspettative, con il solo Godena positivo.
Olimpiadi di Elista 1998: Efimov 6/13, Godena 8/12, Arlandi 6,5/10, D'Amore 2,5/5, Borgo 3,5/8, Belotti 1/4 - 41░ posto su 110 squadre, Godena il migliore, capace di battere Bacrot e Kotsur.
Olimpiadi di Istanbul 2000: Efimov 6,5/11, Godena 5/10, D'Amore 4,5/9, Arlandi 4/8, Rossi 4,5/8, Belotti 4,5/10 - Un poco di delusione per questo 56░ posto su 126 squadre.
Olimpiadi di Bled 2002: Godena 4/10, Braga 6/11, Bellini 6,5/11, Belotti 4,5/8, Arlandi 6,5/10, D'Amore 3/6 - 38░ posto su 134 squadre, e tre belle vittorie su Islanda, Estonia e Lettonia.
Olimpiadi di Calvia 2004: Godena 7/13, Braga 3/10, Arlandi 4,5/10, D'Amore 8/10, Sarno 2,5/6, Borgo 3,5/7 - Deludente 60░ posto su 124 formazioni, con i soli Godena e D'Amore al di sopra della media.
Olimpiadi di Torino 2006: ben tre formazioni italiane in gara sulle 148 presenti, Italia A (Godena 6,5/11, Garcia Palermo 1,5/7, Bellini 7/11, D'Amore 5/9, Arlandi 7/9, Contin 2,5/5) giunge 35a con un po' di fortuna, Italia B (Ronchetti 4,5/10, Vocaturo 5,5/10, Brunello 6,5/10, Rombaldoni D. 5/9, Cacco 4/7, Genocchio 3/6) nonostante sia composta da giovanissimi si dimostra pi¨ solida della formazione A, ma deve arrendersi all'India nell'ultimo turno, arrivando solamente 48a, mentre Italia C (Sarno 6/10, Piscopo 5/10, Mogranzini 4/9, Castaldo 4,5/9, Molina 3,5/7, Pulito 2,5/7) Ŕ fuori concorso ma sarebbe arrivata all'83░ posto.
 
Campionati Europei
Campionato Europeo di Haifa 1989 - D'Amore 4/9, Arlandi 4/9, Tatai 5,5/9, Marinelli 2/7, Sanna 7/9, Vallifuoco 1/4,  Lanzani 3/7 - 20░ posto su 28 fomazioni in questo esordio europeo. Medaglia d'oro per Sanna in 5a scacchiera.
Campionato Europeo di Debrecen 1992 - Arlandi 2/7, Godena 4,5/9, Sarno 2/7, Tatai 5/7, D'Amore 3/6 - 32░ posto su 38 formazioni, una classifica bugiarda, influenzata dal 0-4 dell'ultimo turno contro la Lituania. Vittorie contro le forti Grecia, Svizzera e Slovenia, pareggio con la Lettonia. Medaglia d'argento per Tatai.
Campionato Europeo di Pola 1997 - Godena 3/8, Efimov 5,5/8, Arlandi 5/9, Belotti 2/6, Mantovani 2/5 - 22░ posto su 34 formazioni. Buon torneo con belle vittorie sulle forti Rep. Ceca, Slovacchia e Croazia 2. Medaglia d'argento per Efimov in 2a scacchiera.
Campionato Europeo di Batumi 1999 - Godena 4/8, Efimov 4,5/8, Arlandi 5/8, Borgo 2,5/6, Belotti 2,5/6 - 19░ posto su 36 formazioni. Migliore prestazione di sempre agli europei, con performances dei primi tre da 2600 punti elo. Pareggi di lusso con Spagna e Olanda, sconfitte di misura con Ukraina e Bosnia, vittoria 4-0 contro la Finlandia, squadra del nostro livello.
Campionato Europeo di Leon 2001 - Godena 3,5/7, Arlandi 2/6, Borgo 3/7, D'Amore 1,5/6, Belotti 3,5/6 - 28░ posto su 35 formazioni, ma sempre nelle zone medio-basse della classifica.
Campionato Europeo di Plovdiv 2003 - Godena 3,5/8, Arlandi 2/7, Belotti 2,5/6 (1 persa a forfait), D'Amore 4/7, Borgo 4,5/8 - 23░ posto su 37 formazioni, con un torneo di livello medio-buono in cui spicca il pareggio contro la forte Ukraina (Godena pareggia con il nero contro Ponomariov in 78 mosse).
Campionato Europeo di Goteborg 2005 - Godena 3/7, D'Amore 5/8, Bruno 3,5/8, Contin 1,5/6, Mogranzini 2,5/7 - 31░ posto su 40 formazioni. Una Italia mai competitiva, che fa punti solo con le ultime.
 
Olimpiadi degli Studenti
 
Coppa Clare Benedict
 
Mitropa Cup
 
Campionato della ComunitÓ Europea
 
Coppa delle Alpi
 
Altre manifestazioni
Coppa del Mediterraneo 1960 Montecarlo
Montecarlo 1966
Monaco 1972 junior
Milano 1974
Milano 1975 junior
Livorno 1976, torneo dei lavoratori
 
Tornei a squadre cittadine
Campionato europeo a squadre
Montecarlo 1958
Montecarlo 1961
Torino
 

 

Torna alla Home Page

La grande storia degli scacchi
Chess History
Schach Geschichte
Histoire des Echecs