Cyril Bexley Vansittart

 

Giocatore nato in Inghilterra, (1852/22-1-1887). Residente a Roma dal 1860, partecipò ai tornei nazionali del 1878 (6°) e del 1883 (ritirato), oltre che al torneo Vizayanagaram di Londra del 1883, dove realizzò punti 10,5/25, ma incontrò avversari del calibro di Von Bardeleben, MacDonnell e Gunsberg.
Uno dei suoi maggiori meriti è quello di avere spinto al gioco numerosi giovani giocatori, tra i quali Ceccarini e Salvioli.
Lo stesso Salvioli gli dedicò il primo volume della sua opera "Teoria e pratica nel gioco degli scacchi", annotando su di lui che "l'amore e la coltura del giuoco niuno degli italiani sorpasso mai".

 

Torna a I migliori italiani di sempre

Torna alla Home Page

La grande storia degli scacchi
Chess History
Schach Geschichte
Histoire des Echecs