Annibale Romei

 

Giocatore italiano del XVI secolo. Al servizio del Duca d'Urbino nel 1568 era già a Ferrara alla corte degli Estensi. Nel 1585 pubblicò i "Discorsi del conte Annibale Romei gentil'huomo ferrarese divisi in cinque giornate". Tra il 1565 e il 1568 scrisse un trattato di scacchi, in appendice ai "Dialoghi sull'anima umana", dal titolo "Le fatiche sopra il giuoco degli scacchi" che dedicò a Leonora d'Este. Il trattato rimase manoscritto fino al 1985 quando uscì in edizione a stampa con i commenti di Adriano Chicco. Polerio attribuisce al Romei il controgambetto 1.e4 e5 2.f4 exf4 3.Ac4 f5.


Torna a I migliori italiani di sempre

Torna alla Home Page

La grande storia degli scacchi
Chess History
Schach Geschichte
Histoire des Echecs