Alberto Rastrelli

 

Firenze 30 marzo 1885 - 22 aprile 1938

Maestro.
Nel 1914 vinse il torneo di consolazione per corrispondenza indetto dall'Italia Scacchistica. Richiamato alle armi come tenente nel 1918 (ferito da una granata durante l'attacco di Oslavia fu promosso capitano sul campo), elaborò in trincea una notazione scacchistica che non ebbe successo. Conquistò il titolo magistrale a Milano, nel 1919, quando vinse il torneo minore dopo un match di spareggio con E.S. John Mildmay. L'anno successivo fu 4° a Viareggio (7 su 11). Nel 1921 perse un match con Rosselli per +0 =5 -7. Nel primo campionato italiano, Viareggio 1921, giunse 5° con Romi. Fu 4° con Hellmann e Padulli al torneo Crespi di Milano 1922 e campione regionale toscano in quello stesso anno, 6° a Foligno 1924 e a Bologna nel 1925 (p. 8 su 15); 5° a Livorno 1926. Prese ancora parte ai campionati italiani di Milano 1931 (8°), Firenze 1935 (11°). Fece parte della squadra italiana alle olimpiadi di Monaco 1936 dove totalizzò 4 punti su 16.


Torna a I migliori italiani di sempre

Torna alla Home Page

La grande storia degli scacchi
Chess History
Schach Geschichte
Histoire des Echecs