Ernesto Hellmann

 

Venezia 9 novembre 1898 - 9 settembre 1952

Maestro. Durante la prima guerra mondiale contrasse una grave invalidità che, però, non gli impedì di partecipare a molti tornei nazionali. Nel 1921 prese parte a Viareggio al torneo principale, nel 1922 fu 4/6° a Milano dietro Rosselli, Cenni e Monticelli, 4°/5° a Trieste 1923 e 6° nel torneo principale di Trieste dello stesso anno. Ottenne il titolo di maestro a Foligno nel 1924 (2°/4° dietro a Rosselli ma alla pari di Sacconi e Monticelli). I suoi maggiori successi furono il secondo posto nel torneo internazionale di Venezia nel 1927, la vittoria a Perugia nel torneo preolimpico nel 1928; questo primo posto gli permise di far parte della nazionale italiana all'olimpiade dell'Aja 1928 dove totalizzò 4 punti su 8. Fu 3° a Venezia nel 1929 e ancora 3° nel torneo di campionato a Milano nel 1931. Si dedicò al gioco per corrispondenza dove, in sostituzione di Norcia, fece parte della nazionale italiana nella finale B della I olimpiade (1937-1939).
Il suo stile di gioco è pressochè unico nel panorama scacchistico dell'epoca, paradossale a volte all'eccesso, assolutamente imprevedibile.

 

Torna a I migliori italiani di sempre

Torna alla Home Page

La grande storia degli scacchi
Chess History
Schach Geschichte
Histoire des Echecs