Annibale Dolci

 

Maestro.
Nato a Lima nel 1873 soggiornò a lungo a Londra prima di trasferirsi a Genova. A Genova ricostituì, nel 1905, la sezione U.S.I., con sede presso il Caffè del Genio. Nel 1906 alla pari di Bergonzini vinse il campionato sociale del circolo. L'anno successivo sconfisse Mieses che giocava in simultanea contro venti giocatori. A livello nazionale si mise in luce nel 1916 nel torneo Crespi di Milano dove si classificò terzo e ottenne il titolo di maestro. Fu quinto a Milano nel 1919; terzo, dietro Rosselli e Marotti, nel quadrangolare di genova del 1920. Nel 1921 fece parte della squadra di Genova che affrontò Milano. Tra il marzo e il maggio 1923 tenne a Genova tre simultanee; il 4 marzo su 16 partite (+14 =1 -l), l'8 marzo su 20 (+14 =2 -4) e il 6 maggio su 18 (+15 -3). Riprodusse la partita tra Huon di Bourdeaux e la figlia del castellano, adattandola ai versi di Giacosa.

Torna a I migliori italiani di sempre

Torna alla Home Page

La grande storia degli scacchi
Chess History
Schach Geschichte
Histoire des Echecs