Gian Giacomo Coscia

 

Giocatore napoletano del secolo XVII, duca di Sant'Agata. Il Piacenza lo citò, ormai vecchi, nel 1683, come "uno dei primari giuocatori di scacco che fussero nella città, e soleva dar legge a lasched'unlatr giuocatore nelle contingenze delle controversie". Nel 1646 disputò una sfida con Carlo Caracciolo di Sant'Eramo con in palio 400 ducati. La morte del Caracciolo interruppe la sfida che vedeva il Coscia in vantaggio di 32 partite. Coscia fece causa agli eredi ma, con sentenza del 27 aprile 1652, il Reale Supremo Collegio di Napoli respinse la richiesta con la motivazione che il gioco non era stato equilibrato essendo noto che il duca era un esperto del gioco degli scacchi..


Torna a I migliori italiani di sempre

Torna alla Home Page

La grande storia degli scacchi
Chess History
Schach Geschichte
Histoire des Echecs